<

Frascati

Una breve guida per visitare Frascati, la cittadina dei Castelli Romani famosa per le antiche ville, il buon vino e un patrimonio storico e artistico tutto da scoprire!


Frascati fa parte del territorio dei Colli Albani nella zona conosciuta come Castelli Romani ed è una città di circa 21.000 abitanti che fa parte della provincia di Roma.

 

Nota per il suo patrimonio artistico, caratterizzato per lo più da ville, castelli e residenze storiche, Frascati è uno dei posti nei dintorni di Roma più visitati dai turisti provenienti da tutto il mondo.

 

 

L'architettura di Frascati è quella tipica dei borghi Medievali, con stretti vicoli e antiche botteghe. La città inoltre è famosa per la produzione di vino bianco e per la splendida vista panoramica su Roma.

 

 


STORIA DI FRASCATI
Le origini di Frascati sono molto antiche ma è durante il Medioevo che il borgo iniziò ad espandersi in termini di territorio e popolazione. Dopo la distruzione di Tuscolo la sede della diocesi divenne appunto Frascati che, sotto il controllo di Marcantonio Colonna, iniziò svilupparsi sotto il profilo economico, sociale e urbanistico. Nel 1518 venne costruito l’ospedale su iniziativa dell’Arciconfranternita di Gonfalone che garantiva assistenza ospedaliera. Dopo la morte di Marcantonio Colonna Frascati passò alla Camera Apostolica che pose fine al periodo feudale della città. Nel 1538 Papa Paolo III concesse a Frascati il titolo di "Civitas" e venne creata anche una nuova cinta muraria. Durante questo periodo a Frascati vennero realizzate anche molte ville e residenze estive, simbolo del potere dell'aristocrazia romana e della corte papale.

 

Dopo la grande epidemia del 1800 che colpì Roma, i romani cercarono rifugio proprio a Frascati e nei luoghi ad essa vicini. A seguito di questi eventi la città subì una serie di interventi importanti tra cui la costruzione della rete ferroviaria. Durante la Seconda Guerra Mondiale Frascati venne pesantemente bombardata per essere definitivamente liberata dagli Americani il 4 Giugno 1944.

 

 

COSA VEDERE A FRASCATI
Cattedrale di San Pietro: Il Duomo fu costruito intorno al 1700 nel centro di Frascati. Il progetto della facciata è stato attributo all'architetto Gerolamo Fontana, mentre gli interni sono opera di Ottaviano Nonni. Nel corso dei secoli la cattedrale di Frascati ha subito diversi interventi, soprattutto dopo il bombardamento dell'8 settembre 1943. Al termine della guerra la chiesa fu restaurata ma perse tutti gli affreschi che ornavano le pareti interne. La facciata della cattedrale è stata costruita con la  pietra estratta dalle cave di Monte Porzio Catone. Su entrambi i lati della facciata si possono vedere le due grandi torri su una delle quali è stato posto l'orologio. Da notare anche la porta d'ingresso della cattedrale sulla quale è rappresentata la scena delle chiavi che Gesù donò a San Pietro.


 

Chiesa di Gesù: La chiesa si trova nel centro di Frascati ed è stata realizzata in stile barocco dall'architetto Gregorio Castrichini intorno al 1700. La Chiesa di Gesù sorge sulle fondamenta di un'antica chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria e fu costruita per volere di Lucrezia della Rovere. La facciata presenta due nicchie ai lati del portale con due sculture di San Francesco Borgia e Sant'Ignazio di Loyola. L'interno è stato progettato a croce latina.

 

Chiesa di San Francesco d'Assisi: Questa chiesa cattolica si trova accanto al Convento dei PP. Cappuccini e al Museo Etiope. Nel corso degli anni la chiesa ha subito varie operazioni e nel 1873 la proprietà è stata venduta all'asta dallo Stato Italiano. Nel convento passò gli ultimi anni di vita il cardinale Guglielmo Massaja.

 

Santuario della Madonna di Capocroce: La chiesa è intitolata alla Vergine che secondo la leggenda apparve in quel luogo di fronte alle colonne di mercenari, risparmiando così saccheggi alla città di Frascati. Dopo la distruzione del 1944, in seguito alla quale andarono distrutti anche tutti gli affreschi, il santuario fu ricostruito e riconsacrato nel 1954.

 


Villa Aldobrandini: Conosciuta anche come Villa Belvedere è una delle più importanti residenze antiche di Frascati ed è situata su una collina che domina la città. Costruita per il cardinale Pietro Aldobrandini la villa può essere visitata dai turisti. All'interno si possono ammirare gli affreschi dei fratelli Zuccari e l'ingresso monumentale progettato dal Bizzaccheri del XVIII secolo.

 


Villa Torlonia: La costruzione di Villa Torlonia a Frascati risale al 1560 quando Annibale Caro la fece costruire su un terreno vicino a Frascati. Nel corso degli anni Villa Torlonia fu sede di importanti personalità della chiesa e dell'aristocrazia romana.  In seguito il Duca di Galles donò la villa al cardinale Ludovisi che apportò numerosi cambiamenti con l'aiuto del grande architetto Carlo Maderno. Nel 1661 la villa fu acquistata da Pompeo Colonna per poi passare alla famiglia Conti. Durante il bombardamento di Frascati dell'8 settembre 1943 la villa subì ingenti danni. Villa Torlonia venne completamente demolita e poi ricostruita come un edificio residenziale, mentre il parco è diventato pubblico.

 


Villa Falconieri: In origine si chiamava Villa Rufina e fu costruita per volere di Monsignor Alessandro Rufino Vescovo di Melfi. L'architettura di Villa Falconieri è opera di famosi architetti come Borromini e Antonio da Sangallo il Giovane. All'interno vi sono affreschi del XVII secolo mentre nel parco si può ammirare un grande lago circondato da cipressi.

 


Villa Grazioli: E' una delle Ville Tuscolane simbolo della nobiltà papale di Frascati e si trova nel territorio comunale di Grottaferrata. All'interno si possono ammirare affreschi del XVII e del XVIII secolo che adornano molte delle stanze della casa e la galleria al secondo piano, attribuita a vari artisti come Agostino Ciampelli, Giovanni Paolo Pannini e Carracci.

 

Ex-Museo Tuscolano Scuderie Aldobrandini: Le scuderie sono una grande struttura del XVII secolo all’interno della quale si trova  un’esposizione permanente dei reperti archeologici  della città romana di Tusculum e delle zone circostanti. Dalla Repubblica Romana al Medioevo il museo ospita una sezione storica d'arte che mostra i modelli in scala 1:200 delle Ville Tuscolane, tutte costruite tra il 1550 e il 1620.

 

Museo Etiope Cardinal G. Massaia: Inaugurato nel 1909, il museo raccoglie numerose testimonianze di  armi, costumi, disegni, stampe, fotografie, libri, pergamene e oggetti della cultura abissina,  ritrovati dal cardinale Guglielmo Massaia durante il suo lavoro missionario in Africa tra il 1846 e il 1880. Il Museo è ospitato nel Convento dei Cappuccini.

 


COME ARRIVARE A FRASCATI
In treno:

Dalla Stazione Termini partono treni Frascati ogni 25/30 minuti con tempo di connessione media di 20/25 minuti. Per gli orari consultate Trenitalia.
In auto:

Roma –Frascati: Via Appia, Via Anagnina e Via Tuscolana. Dall’Autostrada  del Sole (A1) uscita Monte Porzio Catone.
In autobus:

Gli autobus COTRAL collegano Frascati alla stazione della metropolitana Anagnina Linea A (Linee Metropolitana Roma).

 

 

Per qualsiasi ulteriore informazione potete consultare il sito del Comune di Frascati.

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network