Home > Dintorni Roma > Castelli-romani > Grottaferrata

<

Grottaferrata

Grottaferrata, la zona residenziale dei Castelli Romani conosciuta per l'Abbazia di Santa Maria, la produzione artistica, la buona cucina e molto altro ancora!


La città di Grottaferrata fa parte della provincia di Roma e si trova nella zona dei Castelli Romani. Grottaferrata conta circa 21.000 abitanti ed è da sempre una delle mete preferite da romani e turisti stranieri che vengono qui per rilassarsi durante il weekend.

 

 

 

Grottaferrata è una località molto tranquilla e offre al turista arte, cultura e relax. Avrete l’opportunità di visitare le antiche chiese e i musei della città, fare lunghe passeggiate nel verde e degustare i prodotti tipici nei ristoranti e negli agriturismi della città e dei suoi dintorni.

 

 

 

STORIA DI GROTTAFERRATA
I primi insediamenti nel territorio di Grottaferrata risalgono a molti secoli fa. Nel corso degli anni la zona ha conosciuto una consistente espansione in termini di popolazione. Grottaferrata è sempre stata una delle città più religiose del Lazio ed è proprio qui infatti che si rifugiarono molti Papi e personalità del clero in fuga da Roma.

La storia della città è strettamente legata a quella di San Nilo da Rossano, il patrono di Grottaferrata,che nel 1004 raggiunse il Lazio dalla Calabria e si stabilì con i suoi seguaci nel Santuario di Sant'Agnese. Quando San Nilo morì venne fondato il monastero mentre la chiesa fu consacrata da papa Giovanni XIX il 17 dicembre 1024 con il titolo della Madonna di Grottaferrata.


Nel corso dei secoli seguenti, dopo la morte del santo, l'Abbazia di Grottaferrata fu saccheggiata più volte e tutti i tesori e le opere d'arte che si trovavano all'interno vennero trafugati. Una ristrutturazione importante dell'abbazia venne intrapresa nel 1492 da Papa Pio II. Nello stesso anno sono state realizzate anche le mura dell'abbazia. Il 3 giugno 1848 Grottaferrata ottenne l’autonomia comunale da Papa Pio IX: il primo sindaco fu il mercante Giovanni Passamonti, il quale favorì lo sviluppo urbano di Grottaferrata e la sua conseguente autonomia da Frascati. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città non ha subito gravi danni, al contrario delle città confinanti, prima tra tutte Frascati che venne quasi completamente distrutta.
 

 

COSA VEDERE A GROTTAFERRATA
Abbazia di Santa Maria di Grottaferrata: Il complesso religioso gestito dai monaci si trova nel cuore di Grottaferrata e lo stile della facciata è tipicamente orientale. Accanto alla chiesa si può ammirare la grande campana mentre all'interno si trova uno splendido mosaico che raffigura Maria Madre di Dio. L'interno della chiesa è in stile barocco e conserva la struttura originaria a tre navate. Lungo la navata destra si trova la Cappella Farnese, decorata con affreschi raffiguranti le storie di San Nilo. Nell'Abbazia è conservata anche l'opera "Maria e il Bambino" di Gian Lorenzo Bernini.
Indirizzo: Corso del Popolo 128, Grottaferrata, Roma
Telefono: 069459309

Sito web: www.abbaziagreca.it

 


Chiesa del Sacro Cuore: Costruita nel 1918, fu consacrata il 31 ottobre 1928 e successivamente assegnata ai PP. Salesiani, che vi rimasero fino al 1963. La chiesa fu costruita per volontà di Maria Santovetti Tanlongo. Lo stile è neo-gotico e all'interno si possono ammirare  bellissimi mosaici e vetrate, donate dal marchese Alfredo Dusmet.
Indirizzo: Viale XXV Luglio, Grottaferrata, Roma
Telefono: 069459564

 


Chiesa di San Giuseppe: Costruita per volere di Nicola Santovetti la chiesa fu consacrata il 14 luglio 1889. Nel corso degli anni subì lavori di restauro: dalla facciata sono stati rimossi gli stemmi di Santovetti. All'interno si trovano importanti opere tra cui la "Maria con il Bambino e San Giuseppe" di Silverio Capparoni.

 


Villa Dusmet-Rossellini: Nota anche come villa Dusmet, la residenza fu costruita di fronte a Villa Arrigoni-Muti alla fine del XIX secolo da Zeffiro Rossellini, il nonno del regista Roberto Rossellini. Nel 1919 la villa fu poi venduta al marchese Alfredo Dusmet, mentre nel 1940 fu requisita dalla Royal Air Force che la usò come quartier generale. Nel 1966 fu acquistata dalle suore Pallottine.
Indirizzo: Viale Vittorio Veneto, Grottaferrata, Roma
Telefono: 069459944

 

 

Villa Gavotti-Joachim: Si tratta di una villa cinquecentesca acquistata nel 1614 dal marchese Gavotti Lorenzo. Dopo una serie di passaggi per il possesso la villa fu infine acquistata da Joachim all’inizio del XX secolo.

 


Villa Bracciano-Montalto-Grazioli: Conosciuta anche come Villa Grazioli è stata costruita nel 1580 dal cardinale Antonio Carafa. All'interno della villa sono si possono ammirare gli affreschi che rappresentano i temi della mitologia e della storia. Oggi la villa ospita il Park Hotel Villa Grazioli.

 


Borghetto di Grottaferrata: Si tratta di un'antica fortezza Medievale risalente al 1140. Nel corso dei secoli il castello è stato identificato con nomi diversi, a seconda delle famiglie che vi hanno abitato. Nel 1473 il castello entrò a far parte del complesso abbaziale.

 


Catacombe di Decimum: Questo è un importante sito archeologico di Grottaferrata, dove sono stati trovati più di 800 tombe risalenti al V secolo, alcuni affreschi e una rappresentazione della "Traditio Legis", la trasmissione del messaggio evangelico.
Museo Archeologico Nazionale dell'Abbazia di San Nilo: Il museo si trova all'interno del monastero e ospita una collezione archeologica che comprende manufatti, sarcofagi e ritratti di personaggi famosi. Di grande importanza è la raccolta di storia dell'arte, con affreschi, oggetti rari e il prezioso omophorion del XIV secolo.

 

 

COME ARRIVARE A GROTTAFERRATA

In auto
Dal Grande Raccordo Anulare (G.R.A.) direzione Roma Sud (seguendo le indicazioni per le Autostrade Roma-Napoli e Roma-L’Aquila) e proseguire fino all’uscita n. 21 – Grottaferrata prenedere Via Anagnina fino a Grottaferrata.
In treno
Stazione Roma Termini- Frascati (treno regionale): partenze ogni ora, per tempo impiegato circa mezz’ora. Da Frascati si può raggiungere Grottaferrata a piedi (2 km) o con l’autobus. Per info e orari consultate Trenitalia.

In aereo
Dall'Aeroporto di Fiumicino raggiungere la stazione di Roma Termini e prendere il treno regionale per Frascati. Dall'Aereoporto di Ciampino raggiungere la stazione ferroviaria di Ciampino-Capannelle e prendere il treno regionale per Frascati (15 minuti).

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network