<

Sperlonga

Vacanze a Sperlonga: spiagge, cose da vedere, hotel, divertimento, eventi e tutto quello che vi serve per una vacanza da sogno!


Sperlonga è un comune della Provincia di Latina che conta circa 3000 abitanti e si estende lungo la costa Tirrenica, nelle vicinanze di Gaeta.

 

Nota per le spiagge pulite, calette silenziose e l’acqua cristallina, Sperlonga ha conquistato più volte la Bandiera Blu e si conferma come una delle mete turistiche più richieste da italiani e stranieri.

 

 

In vacanza a Sperlonga avrete la possibilità di rilassarvi in riva al mare, noleggiare barche per scoprire gli angoli nascosti della costa, visitare il caratteristico centro storico, tra vicoli e case bianche e cenare nei ristoranti del paese per gustare ottimi piatti di pesce fresco.

 

 

STORIA DI SPERLONGA
Le origini di Sperlonga sono molto antiche, si pensa addirittura che fosse abitata sin dai tempi del Paleolitico anche se le prime testimonianze ci portano alla colonia greca di Amyclae, sui resti della quale si ritiene che si sorta la città. Durante l’età Romana Sperlonga conobbe un periodo di grande splendore diventando una delle mete estive più frequentate dall’aristocrazia e dalla nobiltà del tempo. I grandi imperatori iniziarono a costruire le loro lussuose residenze estive delle quali rimangono ancora oggi importanti testimonianze, come la famosa villa dell’imperatore Tiberio.

 

Nel corso degli anni successivi la villa di Tiberio, come del resto altre importanti dimore, andarono in rovina e vennero usate come rifugi per gli scontri e gli assalti che nella zona stavano diventando sempre più frequenti. Durante il Medioevo il paese di Sperlonga iniziò a riorganizzarsi attorno al castello per difendersi dalle incursioni dei Saraceni e prese il nome di Castrum Speloncae. In seguito il paese si espanse e vennero costruite mura di cinta delle quali oggi rimangono due porte: "Porta Carrese" e "Porta Marina", che portano lo stemma della famiglia Caetani. Non solo, per avvistare il nemico vennero erette anche diverse torri che oggi costituiscono una delle attrazioni più interessanti della città.

 

Nel periodo successivo al Medioevo Sperolonga subì diversi attacchi, sia dai Turchi che dai Saraceni, che portarono più volte alla distruzione di gran parte del paese. Seguì a questi avvenimenti una ricostruzione della città durante la quale vennero realizzate chiese, piazze e i grandi palazzi signorili. Negli anni successivi Sperlonga venne incorporata prima nel Regno di Napoli e poi nel Regno delle Due Sicilie fino al 1861, anno in cui entrò a far parte del Regno d’Italia. Dal 1934 Sperlonga fa parte della Provincia di Latina e ha sviluppato la sua economia sul turismo marittimo e artistico, grazie alle spiagge, ai reperti romani e all’architettura del borgo.

 

 

COSA VEDERE A SPERLONGA
Chiesa di Santa Maria di Sperlonga: si trova nel centro storico della città ed è la chiesa più antica di Sperolonga. La chiesa presenta due navate e l’altare maggiore sul quale potete ammirare tela della Madonna Assunta ed un coro a volta. Ai primi del Settecento risale la cappella del Presepe dedicata a San Leone Magno, il patrono di Sperlonga.

 

Villa di Tiberio: si tratta della famosa villa romana dell’ imperatore costituita da diversi edifici disposti su terrazze. All’interno vennero ritrovate bellissime sculture marmoree che attualmente sono conservate nel Museo archeologico nazionale di Sperlonga.

 

Oasi Blu: è uno specchio di mare e di arenile di circa 11 ettari, nei pressi della Villa di Tiberio, gestita dal W.W.F. Italia. L’area protetta è formata da un promontorio a macchia mediterranea adagiato sul fondale di un lembo sabbioso ricco di piccole insenature.

 

Torri di Sperlonga: Torre centrale, detta anche Torre Maggiore, di cui è rimasta soltanto una parte visibile al centro di Sperolonga. Torre Truglia edificata nel 1532 su una precedente torre romana, si trova sulla punta del promontorio su cui sorge il paese. Torre del Nibbio, inclusa in un castello baronale e la Torre di Capovento che dal 1820 è usata come dogana.

 

Museo Archeologico: all’interno del museo potrete ammirare i celebri gruppi marmorei di soggetto omerico e di stile medioellenistico (fine II secolo a. C.) che raffigurano l’accecamento del ciclope Polifemo, il ratto del Palladio da Troia, Menelao, Patroclo e molte altre personalità della mitologia e della storia.

 

Palazzo Sabella: Nel 1379 fu per anni casa dell’antipapa Clemente VII, in fuga dopo la sconfitta di Anagni.

 

 

INFORMAZIONI UTILI
Sperlonga.it: sito turistico di Sperlonga, ideale per prenotare hotel, B&B, agriturismi, case vacanze e residence. Troverete tante offerte last minute, informazioni turistiche, noleggio barche e molto altro ancora!
Sperolonga.org: il portale turistico di Sperlonga dove trovere informazioni su eventi, storia, posti da vedere, news, hotel e ristoranti.
Comune di Sperlonga: sito ufficiale del comune dove troverete informazioni sulla città, uffici, numeri utili, bandi, news e tutto quello che dovete sapere sulla città di Sperlonga.

 

 

COME ARRIVARE A SPERLONGA
In auto:

Percorrere la Via Pontina (fino a Terracina) e proseguire lungo la via Flacca. Per chi percorre l'autostrada del Sole Roma-Napoli, l'uscita più vicina a Sperlonga si trova a Cassino.
In treno
Con il treno (linea FS Roma-Napoli) si deve scendere alla stazione di Fondi. Di qui parte il servizio di trasporto pubblico di collegamento con Sperlonga ad ogni arrivo dei treni.
In barca
Un piccolo porto turistico nel quale sono in atto interventi di riqualificazione, consente l'attracco e il rimessaggio a circa 150-200 imbarcazioni con pescaggio non superiore a 0,50 m.

 

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network