Home > Dintorni Roma > Riserve-naturali > Oasi di Palo

<

Oasi di Palo

Venite a visitare l'oasi di Palo, un gioiello naturalistico del Lazio protetto dal WWF, che si estende lungo la costa laziale.


L’oasi di Palo è una delle riserve naturali del Lazio e si trova tra Ladispoli e Marina di San Nicola, al km 36 della Via Aurelia.  L’oasi è Affiliata a WWF “Bosco di Palo”  e oggi è una zona protetta all’interno della quale sono conservate specie vegetali, piante esotiche e rare specie animali.

 

L’oasi di Palo è un vero e proprio angolo di natura incontaminata che si estende lungo il litorale Laziale, nata nel 1980 grazie alla concessione dell’area da parte dei principi Odeascalchi al WWF.

 

 

STORIA DI PALO
Anticamente il territorio di Palo era abitato dagli Etruschi ai quali subentrarono poi i Romani, i quali iniziarono a costruire le prime abitazioni agricole. Durante il medioevo il paese di Palo venne quasi del tutto abbandonato fino al 1300, quando i monaci di San Saba fecero ampliare la rocca che poi venne venduta alla famiglia degli Orsini. Dopo essere passata nelle mani di diverse famiglie, Palo e il castello furono definitivamente venduti alla famiglia Odescalchi nel 1780.

 

 

FLORA E FAUNA
La vegetazione dell’ Oasi di Palo comprende un bosco igrofilo con piscine e stagni, alcune zone caratterizzate da piante della macchia mediterranea e un Parco con specie vegetali esotiche. Tra le piante e gli alberi trovate ginepri, palme, lentisco, filliree, mirto, stracciabraghe, erica arborea, alaterno, leccio. Il bosco è invece formato da cerri, roverelle, frassini, allori, olmi e orchidee spontanee.

 

Tra la fauna trovate il tasso, considerato il simbolo dell’oasi, ma anche istrici, faine, donnole, volpi e puzzole. Nelle piscine vivono le Testuggini palustri (Emys orbicularis), mentre nella macchia e nel bosco vi sono molte testuggine terrestri e gli uccelli marini che si trovano lungo la costa.

 

 

All’interno dell’Oasi di Palo potrete visitare alcuni spazi organizzati a carattere didattico fra cui il Museo delle Biodiversità, l’area faunistica dell’Istrice e il centro recupero delle Testuggini terrestri.


 

 

COME RAGGIUNGERE PALO
Dal Km 37 della s.s. Aurelia, bivio per Ladispoli; quindi seguire le indicazioni per l’Oasi WWF. In treno: linea ferroviaria stazione di Cerveteri-Ladispoli (circa 1,5 Km dall’Oasi che si raggiunge piacevolmente a piedi).

 

 

Visite e numeri utili: Le visite di scolaresche e gruppi organizzati si effettuano su prenotazione telefonica all’ Associazione Natura per tutti - Onlus.

Telefono: 3313921324
Email: palo@wwf.it

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network