Home > Dintorni Roma > Riserve-naturali > Parco Nazionale del Circeo

<

Parco Nazionale del Circeo

Una guida per esplorare le meraviglie naturali nascoste in una delle più importanti riserve naturali d'Italia. Piante rare, specie animali e un'interessante area archeologica tutta da scoprire!


Il Parco Nazionale del Circeo è situato lungo la costa Tirrenica del Lazio meridionale tra Anzio e Terracina a circa 100 km a sud di Roma. Il parco è stato istituito nel 1934 nel periodo delle grandi bonifiche delle paludi pontine voluta da Mussolini. Fu propri il Duce in persona che autorizzò personalmente la creazione del Parco nato al fine di conservare la grande ricchezza di specie vegetali e animali che popolava l'antica "Selva di Terracina".

 

Oggi, il Parco Nazionale del Circeo è un'area dove si possono incontrare ambienti molto diversi, ma tutti necessari per la sopravvivenza degli altri. Tra la fauna sono presenti diverse specie di uccelli che trovano rifugio nelle zone umide tra cui rari uccelli rapaci. All'interno del parco ci sono oltre 100 siti archeologici di grande interesse storico, alcuni dei quali accessibili ai turisti, che spaziano dalle grotte che oltre 75.000 anni fa ospitarono l'uomo di Neanderthal alle rovine romane come la villa di Domiziano, da lasciti medioevali (anche qui lasciarono il segno i Templari) sino ai possedimenti della famiglia Caetani, abbracciando così tantissimi secoli di storia.

 

AREE DEL PARCO

Punto informazioni e Museo Naturalistico: il punto principale di accesso al Parco si trova a Sabaudia sulla strada Migliara 53. Qui troverete il punto informazione con tutto il materiale utile, un piccolo museo, il centro convegni e le ricostruzioni di ambienti antichi. L'ingresso è gratuito e da qui si snodano anche bellissimi sentieri da percorrere all'interno del Parco.

 

Promontorio del Circeo: è un altorilievo in pietra calcarea di circa 540 metri di altezza ed è visibile da qualsiasi parte del Parco. Noto per le sue antiche leggende mitologiche si ritiene che questo fosse il luogo dove Ulisse soggiornò per diversi giorni dalla maga Circe. Il lato interno del promontorio ospita una fitta foresta termofila all'interno della quale si snodano vari sentieri segnalati tra i quali quello più conosciuto che porta alla visita delle mura ciclopiche e della croce dalla quale si gode di una splendida vista di tutta l'area.

 

Isola di Zannone: fa parte delle Isole Pontine come Ventotene, Ponza, Palmarola, Santo Stefano e Gavi.  Dal 1979 l'isola di Zannone fa parte del Parco Nazionale del Circeo, in quanto ha conservato interessanti specie di flora e fauna. L'isola è costituita da rocce vulcaniche, rocce metamorfiche e sedimentarie datate più di 200 milioni di anni fa.

 

Laghi costieri: si tratta di quattro laghi salmastri che si trovano lungo la costa e sono separati dal mare da una stretta fascia di dune costiere. I laghi ospitano diverse specie di uccelli migratori e l'antica villa attribuita l'imperatore Domiziano. Molte bella è la zona intorno alla Torre di Paola situata all'inizio dell'omino lago e posizionata vicino allo stabilimento più famoso della zona, Saporetti.

 

Per consultare eventi e ricevere maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale del Parco Nazionale del Circeo.

 

COME ARRIVARE AL PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

In auto:

Prendere la SS 148 Pontina per Latina poi prendere la variante SS 148 per Terracina in direzione Napoli.  Al bivio per Sabaudia prendere la  SP Migliara 53 fino al centro abitato di Sabaudia dov'è ubicato il principale Centro Visitatori del Parco.

In treno:

Linea Roma-Napoli via Formia fino a Priverno-Fossanova. Da qui prendere linea CO.TRA.L per Sabaudia.

In autobus:

Dal Terminal CO.TRA.L. Metro/Bus Eur Fermi di Roma utilizzando i collegamenti di linea, diretti o con cambio a Latina, per Sabaudia;

 

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network