Home > Eventi a Roma > Cultura > Homo Sapiens - Palazzo delle Esposizioni

<

Homo Sapiens - Palazzo delle Esposizioni

Fino al 9 Aprile 2012 è in scena la mostra internazionale, interattiva e multimediale che racconta la storia della diversità umana.

I sei miliardi e mezzo di donne e uomini che popolano oggi ogni regione del globo discendono da poche migliaia di fondatori, separatisi per speciazione da un antenato africano meno di duecentomila anni fa e poi destinati a migrare attraverso il continente di origine e al di fuori di esso in tutto il Vecchio Mondo, attraverso il Medioriente, le coste dell’Asia, le steppe caucasiche, fino all’estremo oriente da una parte e fino all’Europa occidentale dall’altra.

 

 

La mostra "Homo Sapiens - Storia della Diversità Umana" ci racconta la storia delle migrazioni, delle derive, dei meticciati e delle sostituzioni fra popolazioni che in ciascun continente hanno generato la diversità etnica e culturale, in una sorta di archeologia della globalizzazione, è appunto l’oggetto di questa mostra, in cui scienze umane e scienze naturali si compenetrano grazie al loro significatoantropologico profondo.

 

 

SEZIONE 1 - MAL D'AFRICA
Strani primati di grossa taglia fuoriescono dall'Africa e colonizzano il Vecchio Mondo. E' l'inizio del genere Homo, poco meno di due milioni di anni fa. Tratto distintivo di questa nuova forma di ominidi è la locomozione bipede completa. Reperti provenienti da siti africani e dai primi insediamenti esterni a questo continente racconteranno le prime ondate migratorie "Out of Africa".

SEZIONE 2 - LA SOLITUDINE E' UN'INVENZIONE RECENTE
Quando la nostra specie Homo sapiens nasce in Africa, probabilmente fra 180mila e 200mila anni fa, e decide poi di spostarsi, entra in contatto con un mondo affollato di specie del genere Homo fuoriuscite dall'Africa precedentemente. Dalla nostra convivenza con il "cugino" Neanderthal, alla vicenda del piccolo Uomo di Flores e del misterioso Uomo di Denisova (Siberia): per la maggior parte della nostra storia non siamo stati soli su questo pianeta.

SEZIONE 3 - I GENI, I POPOLI, LE LINGUE
Intorno a 40.000 anni fa, la "Rivoluzione Paleolitica": arte, sepolture rituali, nuova tecnologia, cottura dei cibi... un sapiens cognitivamente diverso. Nello stesso momento, due grandi epopee ci parlano della colonizzazione dei nuovi mondi australiano e americano. Grazie alle interazioni fra prove convergenti provenienti da discipline diverse - come la genetica di popolazioni, l'archeologia e la linguistica - è possibile ricostruire l'albero genealogico delle diversificazioni dei popoli sulla Terra e la trama delle ramificazioni che hanno portato la specie umana a diffondersi in tutto il globo.

SEZIONE 4 - TRACCE DI MONDI PERDUTI
La domesticazione di piante e animali permise all'uomo di stanziarsi e la popolazione umana inizia a crescere a ritmi mai visti, innescando nuove espansioni, migrazioni, ibridazioni e nuovi conflitti, e provocando un impatto spesso irreversibile sugli ambienti colonizzati. Gli spostamenti di popoli sono stati e continuano a essere il motore principale dei cambiamenti nel mosaico della diversità biologica e culturale umana.

SEZIONE 5 - ITALIA, L'UNITA' NELLA DIVERSITA'
In questa sezione speciale l'Italia è vista come un caso esemplare e come un territorio arricchito allo stesso tempo dalla sua diversità biologica e culturale: due forme di evoluzione intrecciate, fra geni, popoli e lingue. Questo è il risultato storico di incessanti processi di migrazione che però non hanno impedito il formarsi di un'unità culturale, illustrata dalla nascita della lingua italiana molto prima che l'Italia diventasse una nazione.

SEZIONE 6 - TUTTI PARENTI, TUTTI DIFFERENTI: LE RADICI INTRECCIATE DELLA CIVILTA'
Se l'origine di Homo sapiens è così recente, unica e africana, e se poi la nostra giovane specie è stata così mobile e promiscua, significa che è altamente improbabile che vi sia stato il tempo e il modo di dividere le popolazioni umane in "razze" geneticamente distinte. Il messaggio duplice di questa storia è la forte unità biologica e al contempo la straordinaria diversità culturale interna della specie umana. Le "civiltà" in questo scenario assomigliano a organismi in evoluzione, ricchi di differenze interne e interdipendenti l'uno rispetto all'altro sia nel tempo sia nello spazio. Le radici di questi sistemi plastici di culture sono tutte intrecciate fra loro.


 

 

Luogo: Palazzo delle Esposizioni
Biglietti: 7 euro


Per ulteriori approfondimenti relativi alla mostra Homo sapiens, consultare il sito www.homosapiens.net

Prossimi Eventi

"Il dovere del Conclave era dare un vescovo a Roma - ha detto salutando i fedeli - sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo"

L'Auditorium Parco della Musica ospiterà anche quest'anno la Rassegna di Danza Contemporanea "Equilibrio" dal 6 al 26 febbraio

Lenny Kravitz

14/06/2012
Il 17 luglio 2012 Roma ospiterà il grande Lenny Kravitz che arriva in Italia con l’attesissimo "Black And White Tour".

Dal 29 febbraio al 9 settembre 2012 i Musei Capitolini ospitano la mostra dedicata ai preziosi documenti dell’Archivio Segreto Vaticano.

The Cure

14/06/2012
Il 9 luglio 2012 arrivano i The Cure all’Ippodromo delle Capannelle di Roma, un evento da non perdere per i fan del gruppo e gli amanti della dark music!

Dal 3 aprile fino all’8 luglio 2012 al Palazzo delle Esposizioni di Roma è in mostra la grande produzione fotografica “di studio” del grande artista italiano.

Da mercoledì 18 aprile a domenica 22 luglio 2012 il Museo di Roma a Palazzo Braschi ospita l’esposizione dedicata a Camillo Benso Conte di Cavour.

Fino a domenica 2 settembre 2012 il Museo dell’Ara Pacis ospita la mostra delle principali correnti russe dei primi del ‘900.

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network