GIORNO 2: ARCHITETTURA FASCISTA

7651 Visite
Distanza: 8 km Durata: 8 ore

Descrizione dell'itinerario

Introduzione:
Il fascismo fu un movimento politico totalitario e nazionalista fondato da Benito Mussolini in Italia dopo la Prima Guerra Mondiale. Il movimento è stato sostenuto dai nazionalisti, dai conservatori e da molti veterani che sono stati delusi dalle promesse non mantenute in seguito alla guerra. Nel 1924 la nuova formazione del Partito Nazionale Fascista ha vinto le elezioni e lentamente ha cominciato a imporre una dittatura guidata da Mussolini. Nel 1940 l'Italia dichiarò guerra alla Francia e alla Gran Bretagna,  entrando ufficialmente nella Seconda Guerra Mondiale. In questo periodo il regime cominciò a declinare e si concluse con la caduta di Mussolini nel luglio 1943. Venti anni di governo fascista hanno lasciato un segno indelebile anche nell'architettura e Roma è la città che ne porta ancora i segni più vivi. L'architettura fascista ha voluto abolire qualsiasi tipo di legame con il passato, recuperando solo alcuni elementi classici in una visione nazionalistica. Per dare un'immagine di potenza ed eternità il regime ha progettato e costruito le aree urbane, edifici in marmo, forme geometriche, colori bianco e nero e assenza di decorazioni.
Come Muoversi:

Per spostarsi da un luogo all'altro si consiglia di utilizzare l'auto. Se si desidera utilizzare i mezzi pubblici per arrivare nella zona dell’ Eur potete prendere la metropolitana, Linea B e scendere alla fermata Magliana. Dall’ Eur alle Fosse Ardeatine potete prendere la Linea B cambiare con la Linea A alla Stazione Termini e scendere alla fermata di San Giovanni. Da qui poi prendete l’autobus 218 Infine per arrivare a Cinecittà dalle Fosse Ardeatine prendete di nuovo la metropolitana, Linea A e scendete alla fermata Cinecittà.
Tempo richiesto:
Per visitare i punti di interesse ci vogliono circa 8 ore.
Itinerario:
Nella parte sud di Roma trovate la zona Eur, uno dei quartieri residenziali di Roma che rappresenta il più grande esempio di architettura fascista. Il quartiere romano infatti è pieno di edifici monumentali di marmo bianco, dove si possono trovare molti riferimenti al Duce e al suo regime. Una tappa che vi suggeriamo di non perdere è il Museo della Civiltà Romana, dove sono conservate riproduzioni e ricostruzioni di monumenti e complessi architettonici della Roma antica e delle province dell'impero romano. Dopo il museo vi suggeriamo di visitare il Palazzo della Civiltà Italiana (Colosseo Quadrato), progettato dall’architetto neoclassico Marcello Piacentini che fu anche  il coordinatore della Commissione per la realizzazione del quartiere Eur. Spostandovi verso la parte più a sud di Roma trovate Cinecittà, un complesso di studi cinematografici, costruito da Mussolini e inaugurato nel 1937. L’ itinerario termina con la visita al Mausoleo delle Fosse Ardeatine, creato in memoria del massacro crudele perpetrato dai nazisti a Roma il 24 marzo 1944 e inaugurato nel 1949, dopo la guerra, nel quinto anniversario della strage.