Home > Su Roma > Cultura-romana > Carnevale Romano

<

Carnevale Romano

Il Carnevale Romano, un’antica festa popolare che si è tramandata fino ai giorni nostri. La storia, le maschere tipiche e le manifestazioni legate al carnevale di Roma.


Storia del Carnevale Romano

Il Carnevale Romano  è una festività molto antica che ha origine nel Medioevo e da allora ha rappresentato uno dei maggiori eventi pubblici del paese. L’antica tradizione folkloristica di Roma consisteva in una grande festa pubblica che durava circa 8 giorni e si concludeva  la notte del Martedì Grasso, con l'avvento della Quaresima. 

 

E’ durante il Rinascimento che  il Carnevale Romano acquista una grande popolarità e la gente accorre in città anche dai paesi fuori Roma per assistere ai giochi, agli spettacoli ed alle sfilate in maschera organizzati nelle piazze e nelle strade principali della città.

 

Il primo teatro del Carnevale Romano fu Piazza Navona, dove si svolgevano i tornei di cavalieri impegnati a colpire un bersaglio rotante (un classico saracino) oppure i giochi dell'anello che consisteva nell’ infilzare con la lancia un anello collegato ad un grosso recipiente pieno d'acqua che si rovesciava sul cavaliere. In seguito, a Monte Testaccio, veniva praticata  la ruzzica de li porci, una manifestazione tradizionale durante la quale venivano fatti rotolare da una rupe dei carretti con sopra diversi maiali vivi. Alla fine della rupe le persone attendevano i maiali tramortiti per portarli a casa. Verso la metà del '400  per ordine di papa Paolo II i festeggiamenti vennero spostati in Piazza Venezia, con l’intento di dare maggior rilievo al palazzo di proprietà del pontefice.

 


Lungo Via del Corso si svolgevano invece altre due popolari attività legate al  Carnevale romano la Corsa dei Moccoletti e la Corsa dei Barberi. La prima consisteva in una corsa competitiva durante la quale tenendo in mano dei lumini si doveva tentare di spengere le fiamme dei lumini degli altri concorrenti. La seconda, la tradizione più attesa del carnevale, consisteva nella corsa dei cavalli “berberi”, noti per le loro proprietà fisiche. I barberi venivano lanciati senza fantino da Piazza del Popolo e dovevano raggiungere Piazza Venezia, mentre i mozzi di scuderia, i barbareschi, si dovevano gettare tra i cavalli tentando di bloccarli . Nel corso degli anni la corsa venne vietata e la tradizione del carnevale continuò a vivere grazie alle sfilate in costume, agli spettacoli, alle rappresentazioni della Commedia dell'Arte e altri eventi allegorici che si svolgevano nelle zone più popolari di Roma.

 

 

Le Maschere del Carnevale Romano

Come per il Carnevale di Venezia o il Carnevale di Napoli, anche a Roma la tradizione ricorda alcune maschere tipiche legate al folklore del carnevale.

 

Rugantino: è forse la figura più famosa di Roma intorno alla quale sono state messe in scena commedie e spettacoli teatrali. Rugantino è un giovane romano, protagonista dell'amore per la bella Rosetta che lo trasformerà da brigante a eroe, capace di incolparsi dell'omicidio del marito. Rugantino morirà giustiziato sulla forca.


Meo Patacca: il nome deriva dalla patacca, la paga del soldato, che corrispondeva a 5 carlini. Meo Patacca è un popolano attaccabrighe che incarna lo spirito del romano che ancora oggi viene rappresentato nel ristorante di piazza de' Mercanti, nel cuore di Trastevere.

 

Cassandrino: rappresenta il buon padre di famiglia, credulone e che viene sempre raggirato negli affari e in amore.

 

 

Il Carnevale Romano Oggi

Oggi il Carnevale a Roma si apre ogni anno con una sfilata lungo Via del Corso durante la quale sfilano i carri e le maschere allegoriche. Per circa 10 giorni a Roma si tengono eventi musicali, spettacoli teatrali, concerti e spettacoli di danza. Nelle strade e nelle piazze romane più note, come Piazza Navona, Piazza del Popolo e Piazza di Spagna troverete attività di animazione e teatro di strada, intrattenimento equestre, spettacoli di commedia  e sfilate in costume.

 

Consultate il programma e il calendario eventi del Carnevale di Roma!

Suggerimenti


Non ci sono suggerimenti. Accedi e inserisci tu il primo!

Suggerimenti dai social network